Scuotiolive a batteria: Giulivo Plus vs Castellari Tornado




Scuotiolive a batteria: Giulivo Plus vs Castellari Tornado
3.3 34 voti

confronto giulivo plus castellari tornado

Un’ottima soluzione per chi ha un appezzamento piccolo o medio, e vuole dedicarsi alla raccolta delle olive è l’abbacchiatore elettrico Giulivo Plus: si tratta di un abbacchiatore a batteria dotato di asta telescopica, con lunghezza regolabile da 210 a 310 cm, che garantisce una produttività compresa tra gli 80 e i 100 kg all’ora.

La testa, costituita da sei astine in fibra di carbonio, è orientabile in tre direzioni (0°, 30° e 45°) per penetrare meglio nel folto della pianta, ed è costituita da 6 astine in fibra di carbonio che ruotano con un movimento conico per raccogliere il massimo numero di olive senza danneggiare la pianta o spezzare i rami.

Il pulsante di accensione e spegnimento è collocato sull’impugnatura ergonomica, rendendo così più facile il lavoro dell’operatore. Il motore è alimentato da una comune batteria da automobile, da 12 o 24 volt. Grazie al cavo dalla straordinaria lunghezza di 20 metri, inoltre, sarà possibile lasciare la batteria a terra e muoversi agevolmente intorno all’albero. È inoltre possibile selezionare due diverse velocità del motore, in base al tipo di olive da raccogliere. Per le olive da tavola, infatti, è generalmente preferibile utilizzare una velocità minore.



Sullo stesso genere troviamo anche l’abbacchiatore a batteria Tornado Castellari 230/330: si tratta di un abbacchiatore pensato per essere usato su tutti i tipi di ulivi e di terreni, dunque può essere utilizzato sia sugli ulivi potati che su quelli più folti, sia in campagna che in pianura. Anche in questo caso la lunghezza dello strumento è regolabile: l’asta telescopica ha infatti una lunghezza compresa tra 1,8 e 2,7 metri.

La testa è costituita da 16 astine in fibra di carbonio, sia corte che lunghe. Una particolare caratteristica di questo abbacchiatore sta nel movimento: ciascuno dei due rastrelli infatti si muove in modo rotatorio, con 1150 rotazioni al minuto, ruotando in due direzioni opposte. Questo metodo offre diversi vantaggi rispetto al tradizionale movimento laterale: permette infatti di aumentare la capacità abbacchiante di ogni singolo dente, riduce la rottura dei rami e permette di ridurre drasticamente le vibrazioni, aumentando così il comfort dell’operatore.

A differenza della maggior parte degli abbacchiatori elettrici in commercio, il motore è collocato alla base dell’asta e non sulla testa. Questo accorgimento permette una migliore distribuzione del peso, altro fattore che contribuisce al comfort dell’operatore e consente di lavorare a lungo senza stancarsi. Il cavo di connessione fornito insieme allo strumento ha una lunghezza di 15 metri, ed è dotato di due pinze per la connessione ai terminali della batteria, che però non è inclusa. Utilizzando una batteria da 60 A è possibile lavorare per un’intera giornata.

 

Conclusioni e opinioni

Si tratta di due prodotti ugualmente validi anche se con caratteristiche leggermente diverse: l’abbacchiatore Giulivo Plus ha un cavo più lungo e due diverse velocità, mentre il Tornado Castellari ha un bilanciamento migliore e un numero maggiore di astine. In entrambi i casi, pur dovendo acquistare la batteria, i costi di impiego e di manutenzione sono pressoché inesistenti: non serve carburante, non è necessario fare manutenzione, e l’assorbimento energetico è contenuto in entrambi i casi.

Guarda la differenze di prezzi: Giulivo PlusCastellari Tornado