Fare il sapone all’olio di oliva




Fare il sapone all’olio di oliva
3.5 10 voti

Come fare il sapone olio oliva

L’olio d’oliva è senza dubbio un prodotto alla base della cucina mediterranea, ma la sua utilità non si limita all’alimentazione: si tratta infatti di un olio molto versatile e utilizzato nella cosmesi naturale. Come abbiamo già visto fa bene ai capelli ma non solo; uno dei prodotti più semplici e soddisfacenti che si possano fare a partire dall’olio d’oliva è il sapone. L’olio d’oliva è stato tradizionalmente usato in molti paesi per la produzione di sapone: basti pensare al sapone di Aleppo, prodotto nell’omonima città siriana e prodotto con l’utilizzo di olio d’oliva e di alloro, oppure al sapone di Marsiglia, completamente a base di olio d’oliva.

Realizzare un sapone all’olio d’oliva è semplice e alla portata di tutti: bisognerà soltanto fare attenzione all’utilizzo della soda caustica, che comunque al termine del processo di saponificazione verrà convertita in glicerolo e sapone vero e proprio. Assicuratevi dunque di utilizzare guanti protettivi e occhiali da lavoro per tutta la durata del processo.



 

Sapone all’olio di oliva: cosa serve

Per produrre il vostro sapone vi serviranno tre semplici ingredienti: 1 kg di olio d’oliva (attenzione, non un litro), 128 g di soda caustica e 300 g di acqua. Dal momento che la saponificazione è una reazione chimica molto precisa, bisogna pesare tutti gli ingredienti con la massima attenzione.

 

Procedimento

Dopo aver pesato tutti gli ingredienti, versate la soda caustica nell’acqua: si avvierà immediatamente una reazione chimica che porterà la soluzione a scaldarsi, raggiungendo una temperatura di circa 80°C. Continuate a mescolare, facendo attenzione, finché la soluzione non sarà diventata trasparente. Successivamente, versate la soluzione ottenuta nel contenitore con l’olio d’oliva, e mescolate attentamente con una spatola. Quando tutto si sarà ben amalgamato, passate al minipimer o alle fruste elettriche: dovrete frullare finché la soluzione non si sarà addensata, raggiungendo la densità più o meno di un impasto per torta. Fate molta attenzione agli schizzi!

Una volta raggiunta la densità desiderata, mettere il sapone nello stampo. Qui la scelta sta a voi: potete utilizzare uno stampo unico, come ad esempio uno stampo da plum cake ricoperto da carta da forno, oppure utilizzare stampini in silicone per realizzare dei saponi più piccoli. Se volete decorare la superficie del vostro sapone, attendete circa 20 minuti in modo da permettere al sapone di solidificarsi. Se volete, prima di mettere il sapone nello stampo potete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale, in modo da profumare ulteriormente il prodotto finito.

Una volta sistemato il sapone nello stampo, copritelo con della pellicola e poi con un panno, e riponetelo per 24 ore fino a quando non si sarà raffreddato completamente. Una volta passato questo tempo, potrete estrarre il sapone dallo stampo: se avete usato uno stampo unico, questo è il momento di tagliarlo a pezzi. Anche se il sapone si è indurito, non è ancora pronto all’uso: prima di potere essere utilizzato, infatti, dovrà stagionare in un luogo fresco e asciutto per circa 40 giorni.

Si tratta di un procedimento semplicissimo, che non richiede l’utilizzo dei fornelli e che utilizza soltanto prodotti semplici da trovare in qualsiasi supermercato: sbizzarrendovi con gli oli essenziali e gli stampini, potrete creare splendidi e originali regali per Natale o per qualsiasi altra occasione.