Come scegliere un abbacchiatore




Come scegliere un abbacchiatore
3.7 12 voti

scegliere uno scuotitore olive

Gli scuotitori per olive, detti anche abbacchiatori, rappresentano una via di mezzo tra gli agevolatori meccanici e i sistemi di raccolta pneumatici: sono dunque adatti alle esigenze dei piccoli olivicoltori, che avendo piccoli appezzamenti di terreno non possono giustificare il costo dei macchinari necessari alla raccolta meccanica, ma anche a tutti quei terreni in cui la forte pendenza o la disposizione delle piante rende impossibile l’utilizzo di trattori e altri macchinari ingombranti.

Esistono tre tipi di scuotitori per olive: quelli pneumatici, quelli elettrici e quelli a scoppio, che costituiscono ormai una parte minima del mercato. Gli scuotitori pneumatici utilizzano l’aria compressa; nelle versioni più datate presentano spesso problemi con la tenuta delle guarnizioni, ma si tratta di un aspetto che è stato notevolmente migliorato negli ultimi anni: la maggiore efficienza dei pistoni ha infatti permesso un abbassamento della pressione di utilizzo a circa 6 bar, migliorando così le prestazioni.



Gli scuotitori elettrici sono a loro volta di due tipi: quelli che utilizzano batterie portatili da portare a spalla, più costosi, e quelli che utilizzano batterie esterne come ad esempio quelli di un’automobile o di un trattore, che costano meno. Un vantaggio degli scuotitori a batteria esterna sta però nel fatto che la batteria esterna può essere collegata anche ad altri strumenti, ad esempio per la potatura, rendendoli così strumenti essenzialmente più versatili.

Sia nel caso degli scuotitori pneumatici che di quelli elettrici, negli ultimi anni si è cercato di renderli più leggeri, utilizzando per la loro realizzazione alluminio e fibra di carbonio: diminuendo il peso infatti è possibile agevolare l’operatore nei movimenti, migliorandone così l’efficienza nella raccolta.

 

Quale scuotitore conviene acquistare?

Nel caso dei piccoli olivicoltori, il fattore che spesso viene preso maggiormente in considerazione nella scelta di uno scuotitore è il prezzo; sebbene si tratti di una considerazione importante, però, vi sono delle altre caratteristiche che bisogna valutare per scegliere il prodotto più adatto al proprio uliveto e ai propri operatori, che spesso nel caso dei piccoli uliveti sono i propri familiari.

Per prima cosa bisogna considerare la leggerezza e la resistenza del prodotto, che influisce sulla possibilità degli operatori di lavorare a lungo senza stancarsi eccessivamente: in questo senso, i migliori scuotitori sono quelli con asta in alluminio o in carbonio. Per lo stesso motivo, è necessario valutare anche la presenza di un’asta telescopica o la lunghezza di un’asta fissa: tenendo presente l’altezza dei propri ulivi, infatti, la cosa migliore è scegliere degli scuotitori che possano essere manovrati con facilità da terra, senza l’uso di scale che aumenterebbero i rischi per l’operatore. Analogamente bisogna giudicare la capacità dello scuotitore di raccogliere tutte le olive, senza che sia necessario poi rimuovere manualmente le olive rimaste sull’albero. Bisogna poi considerare l’effetto degli scuotitori sugli alberi, in particolare assicurandosi di scegliere un modello che salvaguardi il frutto e l’albero, evitando di rovinare le olive durante la raccolta, senza incagliarsi né strappare le foglie durante l’uso.

Infine, l’aspetto tecnico più importante è quello del numero di oscillazioni, che non deve essere troppo elevato e deve idealmente avvicinarsi il più possibile alla frequenza di risonanza propria della pianta. Per questo motivo, gli oscillatori ideali sono quelli in cui il numero di oscillazione è regolabile.

 

Abbacchiatori: i più venduti ->>